Bonus per l'Ammodernamento delle Macchine Agricole 2024

Progetto senza titolo 2 Con 400 milioni di risorse stanziate dal MASAF, il PNRR incentiva Innovazione e Sostenibilità dell'Agricoltura attraverso l’ammodernamento delle macchine agricole e delle attrezzature destinate all’agricoltura di precisione, seguendo il flow del credito d’imposta Agricoltura 4.0.

Il decreto direttoriale 8 agosto 2023 n. 413219 del Masaf definisce la possibilità di richiedere contributi a fondo perduto fino all’80% della spesa ammissibile per l’ammodernamento del parco macchine agricole e per gli investimenti finalizzati all’efficientamento della produzione.

Il Bonus infatti, mira a incentivare gli agricoltori ad adottare tecnologie innovative e sostenibili per migliorare l'efficienza e la produttività delle loro operazioni, supportandoli nella scelta di macchinari che riducono l'impatto ambientale, ottimizzando l'uso delle risorse idriche e riducendo dell'utilizzo di fertilizzanti e pesticidi.

In coerenza con gli asset del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, in questo modo il bonus contribuisce al raggiungimento degli obiettivi dell'UE in materia di mitigazione dei cambiamenti climatici e conservazione della biodiversità, da parte del nostro paese.

 

Tipologia di investimenti

Gli agricoltori possono utilizzare il bonus per finanziare una vasta gamma di interventi: macchine per la semina e la raccolta, attrezzature per l'irrigazione e la gestione delle colture, sistemi di monitoraggio e controllo digitale.

Gli investimenti possono raggiungere un massimale compreso fra € 35.000 e €70.000.

Il contributo viene erogato in conto capitale ed è pari al 65% delle spese ammissibili, cifra che per i giovani agricoltori può aumentare fino all’80%.

Tra le spese ammissibili, tutte le spese sostenute per l’acquisto di macchine, attrezzature e dispositivi destinati all’ammodernamento dell’attività agricola: droni, stazioni meteo, macchinari per ridurre l’utilizzo di fitofarmaci e fertilizzanti, sostituzione di trattori; nuovi sistemi di irrigazione e gestione delle acque.

Beneficiari

I beneficiari dell’avviso sono le micro, piccole e medie imprese agricole e le loro cooperative ed associazioni, e le micro, piccole e medie imprese agro-meccaniche.

Per accedere al contributo è indispensabile seguire la procedura telematica dettagliata all’avviso: le tempistiche non sono ancora lunghe, poiché le richieste di accesso al portale e l’abilitazione alla compilazione delle domande dovranno pervenire entro e non oltre il giorno 28 febbraio 2024.

Dopo l’invio della domanda, seguiranno la valutazione della candidatura, la pubblicazione delle graduatorie e il riconoscimento del contributo.

Requisiti

Al momento della presentazione della domanda il soggetto richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. iscrizione alla competente CCIAA ed essere titolare di partita IVA;
  2. avere Fascicolo Aziendale confermato e aggiornato ai sensi dell’art. 43 del decreto-legge n. 76 del 2020;
  3. le micro, piccole medie imprese agricole e le loro cooperative e associazioni non devono essere Imprese in difficoltà ai sensi della normativa europea sugli Aiuti di Stato;
  4. essere nelle condizioni di “assenza di reati gravi in danno dello Stato e dell’Unione Europea”.

Asset21 è partner di innovazione! Clicca qui e compila il form per ricevere ulteriori informazioni, richiedere consulenza o per usufruire di supporto nella compilazione della procedura di accesso al bonus!

 

Articoli correlati