Programma GOL: nuove competenze per i lavoratori

Programma GOL Il Programma GOL (Garanzia di occupabilità dei lavoratori) è inserito nell’ambito della Missione 5, Componente 1, del PNRR ed è un nuovo strumento di politica attiva del lavoro che si propone di agevolare l’inserimento lavorativo di 3 milioni di cittadini entro il 2025, tramite attività formative, soprattutto relative alle competenze digitali.

Il programma è correlato al Piano di potenziamento dei centri per l’impiego e al Piano nuove competenze ed è regolato dalle Regioni e Province autonome a partire dai piani regionali approvati dall’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ora Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali).

I beneficiari del Programma GOL sono un gruppo vasto ed eterogeneo catalogato secondo le seguenti categorie:

  1. beneficiari di ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro - CIGS per cessazione, ricollocazione, aree di crisi complessa o diverse tipologie di CIGS di lunga durata;
  2. beneficiari di ammortizzatori sociali in assenza di rapporto di lavoro - disoccupati percettori di NASPI, DIS-COLL;
  3. beneficiari di sostegno al reddito di natura assistenziale - percettori del Reddito di Cittadinanza;
  4. lavoratori fragili o vulnerabili: giovani NEET under 30, donne in condizioni di svantaggio (disoccupazione di lungo periodo), persone con disabilità, lavoratori senior, over 55;
  5. disoccupati senza sostegno al reddito - disoccupati da almeno 6 mesi, altri lavoratori poco spendibili, giovani e donne, anche non in condizioni fragilità; lavoratori autonomi che cessano l’attività o in condizioni di precarietà;
  6. lavoratori in condizioni di precarietà o autonomi con redditi molto bassi, working poor (lavoratori con redditi molto bassi), in particolare lavoratori occupati che conservano lo stato di disoccupazione.

Come funziona?

Il candidato con i requisiti per l’accesso al programma viene contattato dal Centro per l’Impiego o si presenta spontaneamente per l’inserimento.

L’operatore del Centro per l’Impiego effettua un colloquio mirato con il candidato e lo abbina a uno dei 4 percorsi previsti dal programma. Questi vengono assegnati in base alla facilità stimata con cui si presume che il candidato possa collocarsi nel mercato del lavoro:

  1. Percorso 1 - Reinserimento lavorativo: rivolto ai soggetti più vicini al mercato del lavoro.
  2. Percorso 2 - Aggiornamento (upskilling): rivolto ai soggetti più lontani dal mercato, ma comunque con competenze spendibili. Il percorso prevede, oltre ai servizi interventi di carattere formativo, prevalentemente di breve durata e dal contenuto professionalizzante;
  3. Percorso 3 - Riqualificazione (reskilling): rivolto ai soggetti lontani dal mercato e con competenze non adeguate ai fabbisogni richiesti 1, ulteriori interventi di carattere formativo, generalmente finalizzati ad un innalzamento del livello di qualificazione del lavoratore;
  4. Percorso 4 - Lavoro e inclusione: Il percorso è rivolto ai soggetti che presentano una multidimensionalità dei bisogni, in relazione alla condizione lavorativa ed alla sfera personale per le quali è necessario porre in campo una serie di azioni integrate in collaborazione con la rete dei servizi territoriali in ambito sociale, sanitario ed educativo. In relazione alla tipologia di bisogno/fragilità individuata come prioritaria.

L’obiettivo è quello di riattivare la persona e reinserirla in un contesto lavorativo affine al proprio profilo.

Asset 21, ente accreditato dalla Regione Puglia, svolge corsi di formazione gratuiti, inerenti ai percorsi 2 e 3 (upskilling e reskilling).

I corsi sono finanziati dalla Regione e consentono ai partecipanti di ampliare il proprio bagaglio conoscitivo per raggiungere competenze strategiche che possano essere riconosciute da futuri datori di lavoro; allo stesso tempo, l’indennità di frequenza di 3,50€ orari, permette di incamerare risorse utili a piccoli investimenti (acquisto manuali o testi utili ad approfondire le proprie conoscenze, pagamento di esami di certificazione di ulteriori competenze) o alla copertura di spese personali (mezzi di trasporto, rifornimento carburante).

I corsi sono pensati proprio per supportare il più possibile l’emancipazione conoscitiva dei partecipanti, oltre che conferendo nozioni e conoscenze, anche allenando la capacità di autodeterminarsi attraverso il self-empowerment.

Potrai visionare il nostro catalogo corsi completo cliccando qui e chiedere informazioni o prenotare il tuo posto in aula, per i corsi che ti sembrano più interessanti.

Ricorda che per la partenza di ogni corso è indispensabile che ci siano minimo 8 iscritti, dunque se conosci altre persone interessate al tuo stesso corso, condividi con loro queste informazioni e i nostri contatti, in modo che le attività possano iniziare il prima possibile.

Ti aiuteremo nell’identificazione del corso migliore rispetto al tuo profilo, insieme al tuo centro di collocamento territoriale che profilerà la tua presa in carico.

Per qualsiasi domanda, non esitare a compilare il form che trovi qui, in fondo alla pagina!

Articoli correlati