Tutto ciò che devi sapere su Nidi Puglia 2024: Accesso, Requisiti e Contributi

Progetto_senza_titolo_4.png

Se hai l'ambizione di avviare una nuova impresa nella regione Puglia e stai cercando un sostegno finanziario per realizzare il tuo progetto, la Puglia offre tantissime agevolazioni volte a promuovere e sostenere l'imprenditorialità, contribuendo così alla crescita economica e all'occupazione nell'intera regione. puoi trovarli tutti cliccando qui e leggendo il nostro articolo di recap sui finanziamenti e le agevolazioni attive.

In questo articolo invece, approfondiremo cos'è l'avviso NIDI, a chi si rivolge e quali spese sono ammesse a finanziamento.

L'Avviso Nidi 2024 è un'iniziativa dedicata agli aspiranti imprenditori che desiderano avviare una nuova attività economica nel territorio pugliese. Questo programma mira a fornire un supporto finanziario e operativo per favorire la nascita e lo sviluppo di nuove imprese, cui si può accedere presentando un piano d'Impresa solido che descriva chiaramente l'idea imprenditoriale, il mercato di riferimento, la strategia di marketing, la struttura organizzativa e le proiezioni finanziarie. Sarà indispensabile anche presentare dati e analisi che dimostrino la fattibilità finanziaria del business nel contesto locale, in maniera chiara e puntuale, a supporto della sostenibilità economica della futura impresa.

Quale tipologia di impresa può essere avviata?

L'avviso offre opportunità a una vasta gamma di tipologie di imprese, consentendo agli aspiranti imprenditori di avviare attività nei settori più diversi. Ecco alcune delle tipologie di imprese che possono essere avviate attraverso questo programma:

  1. Commercio al Dettaglio e all'Ingrosso: Aprire un negozio di articoli di abbigliamento, prodotti alimentari, articoli per la casa o qualsiasi altra merce può essere un'opzione per gli imprenditori interessati al settore commerciale.

  2. Servizi alle Persone: Questa categoria include una vasta gamma di attività, come saloni di bellezza, centri estetici, studi di personal training, servizi di assistenza domiciliare per anziani o disabili, e molto altro ancora.

  3. Ristorazione e Alimentare: L'apertura di un ristorante, una caffetteria, un bar, una paninoteca o un'attività di catering può essere un'opzione interessante per coloro che hanno una passione per la gastronomia.

  4. Turismo e Ospitalità: Nel contesto della regione Puglia, che vanta una ricca offerta turistica, avviare un'attività nel settore turistico, come un bed and breakfast, un agriturismo, una casa vacanze o un'agenzia di viaggi, potrebbe essere un'opzione redditizia.

  5. Agricoltura e Agroalimentare: Data la vocazione agricola della regione Puglia, avviare un'attività nel settore agricolo o agroalimentare, come la produzione di olio d'oliva, vino, prodotti caseari, o la coltivazione di prodotti ortofrutticoli, potrebbe essere un'opzione da considerare.

  6. Tecnologia e Innovazione: Settori come il software, l'e-commerce, le tecnologie verdi e rinnovabili, la robotica e l'intelligenza artificiale offrono opportunità per gli imprenditori interessati a innovare e adoperare le nuove tecnologie.

  7. Artigianato e Produzione: Creare e commercializzare prodotti artigianali, come gioielli, tessuti, oggettistica artistica o mobili su misura, rappresenta un'opzione per gli imprenditori che amano il lavoro manuale e la creatività.

  8. Servizi Professionali: Questa categoria include una vasta gamma di servizi, come consulenza aziendale, servizi legali, servizi finanziari, marketing e pubblicità, servizi di traduzione e interpretariato, e molto altro ancora.

Come si può accedere?

Per accedere all'iter, occorre iscriversi (gratuitamente) sul portale www.sistema.puglia.it. Nel portale è presente una sezione dedicata a NIDI che va compilata co le informazioni relative alla domanda preliminare contenente le caratteristiche tecniche ed economiche del progetto, i profili dei soggetti proponenti, l'ammontare e le caratteristiche degli investimenti e delle spese previste.
La domanda preliminare non è un'istanza di accesso alle agevolazioni del Fondo. Quest'ultima è formalizzata e sottoscritta durante un colloquio di tutoraggio presso Puglia Sviluppo S.p.A. con la duplice finalità di valutare la fattibilità del progetto rispetto alle competenze maturate dall'impresa e alle prospettive di mercato, e assistere i proponenti nella definizione del programma di investimenti al fine di pervenire alla formulazione della definitiva istanza di agevolazione.

Chi può presentare istanza?

  • Compagini Giovanili da costituirsi in forma di società, partecipate interamente da giovani con età compresa tra i 18 e i 35 anni alla data della domanda preliminare;
  • Imprese Femminili, sia in forma di impresa individuale che di società, costituite da meno di 6 mesi o non ancora costituite e partecipate interamente da donne di età superiore a 18 anni;
  • Nuove Imprese, partecipate per almeno il 50%, sia del capitale sia del numero di soci, da
    a. giovani con età tra 18 anni e 35 anni,
    b. donne di età superiore a 18 anni,
    c. soggetti che non abbiano avuto rapporti di lavoro subordinato nell’ultimo mese,
    d. persone in procinto di perdere un posto di lavoro,
    e. titolari di partita IVA non iscritti al registro delle imprese che, nei 12 mesi antecedenti la domanda abbiano emesso fatture per un imponibile inferiore a 15.000 Euro,
    f. soci lavoratori e amministratori di cooperative sociali assegnatarie di beni immobili confiscati,
    g. soci e amministratori delle imprese beneficiarie dell’Avviso “PIN – Pugliesi Innovativi”,
  • Nuove Imprese Turistiche in possesso degli stessi requisiti previsti per le Nuove Imprese, che vogliono avviare un'attività di B&B imprenditoriale o affittacamere.

Quali sono le spese ammissibili?

Le spese ammesse nell'ambito dell'Avviso Nidi 2024 riguardano principalmente quelle necessarie per avviare e sviluppare l'attività imprenditoriale. Ciò può includere costi per l'acquisto di attrezzature e macchinari, spese di locazione o acquisto di locali commerciali, investimenti in marketing e comunicazione, spese per la formazione e l'addestramento del personale, nonché altre spese connesse all'avvio e alla gestione dell'impresa. parliamo delle principali spese sia di tipo gestionale che di investimento.

Come viene erogato il contributo?

Le iniziative imprenditoriali con sede in Puglia, dovranno essere costituite in forma di microimpresa, prevedendo un programma di investimenti completo compreso tra 10.000 e 150.000 Euro. Tale limite massimo è:

  • ridotto a 50.000 Euro per le Compagini Giovanili;
  • ridotto a 100.000 Euro per le Imprese Femminili;
  • innalzato a 250.000 Euro per le iniziative imprenditoriali nella forma della micro e piccola impresa che ricadono nelle categorie passaggio generazionale, rilevamento di impresa in crisi da parte dei dipendenti che intendano salvaguardare la propria occupazione, società cooperative di lavoratori dipendenti dell'impresa confiscata che gestiscono aziende confiscate con provvedimento di confisca definitiva.

L'Avviso Nidi della Regione Puglia per l'Avvio di Nuove Imprese rappresenta un'opportunità significativa per gli aspiranti imprenditori.

Affidati ad Asset 21 per assicurarti una corretta presentazione della domanda e il rispetto dei requisiti, per ottenere il contributo finanziario! Clicca qui per richiedere maggiori informazioni e verificare di essere in possesso di tutti i requisiti necessari!

Articoli correlati