PIANO TRANSIZIONE 4.0: tetto di 20mln di euro dal 2023 al 2025

tetto di 20 milioni per ricerca e sviluppoAttraverso la circolare 14/E del 17 maggio 2022, l’Agenzia delle Entrate va ad intervenire sui crediti di imposta a partire dal rinnovo del piano Transizione 4.0 per il periodo 2023 – 2025, ovvero relativamente ai crediti d’imposta per l’acquisto dei beni strumentali e per le attività di ricerca e sviluppo.

Una delle principali novità è l’aver fissato il tetto massimo a 20 milioni di euro per tutto il triennio, secondo quanto viene specificato dalla circolare 17/E :“Depone in tal senso la relazione tecnica alla legge di bilancio 2022, nella quale gli effetti della proroga triennale e della rimodulazione del credito di imposta relativo agli investimenti de quibus sono stati illustrati in un’apposita tabella, indicando il limite massimo di 20 milioni di euro distintamente per ciascun anno interessato dalla proroga

Rinnovo Piano Transizione 4.0 nel 2022

Il rinnovo del Piano Transizione 4.0 consiste, nel 2022, nelle seguenti aliquote per chi effettua investimenti nei beni materiali 4.0:

  • 40% per investimenti fino a 2,5 milioni
  • 20% per investimenti da 2,5 a 10 milioni
  • 10% per investimenti da 10 a 20 milioni 

Rinnovo Piano Transizione 4.0 dal 2023 al 2025

Il rinnovo della misura fino a dicembre 2025, con consegna allungata fino al giugno 2026, prevede le seguenti aliquote:

  • 20% per investimenti fino a 2,5 milioni
  • 10% per investimenti da 2,5 a 10 milioni
  • 5% per investimenti da 10 a 20 milioni

Stesso trattamento anche per i beni immateriali previsti nell’allegato B. Nel 2021 e 2022 l’aliquota è al 20%, mentre rimane stabile al 20% per il 2023, va al 15% per il 2024 e al 10% per il 2025. 

Proroga Ricerca e Sviluppo, Innovazione e Design

Viene invece rinnovato il credito d’imposta Ricerca e sviluppo, Innovazione e Design fino al 2031.

Per il 2022 le aliquote sono:

  • 20% per attività di ricerca e sviluppo fino a 4 milioni
  • 10% per attività di innovazione o per attività di design e ideazione estetica fino a 2 milioni
  • 15% per attività di innovazione con finalità orientate a un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0 fino a 2 milioni 

Per la ricerca e sviluppo si va avanti fino al 2031, mentre per Innovazione e Design fino al 2025.

Le aliquote sono:

  • 10% per attività di ricerca e sviluppo fino a 5 milioni
  • 5% per attività di innovazione o per attività di design e ideazione fino a 2 milioni
  • 10% per attività di innovazione con finalità orientate a un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0 fino a 4 milioni

Per ulteriori dettagli clicca qui o scrivici ad Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Inoltre puoi trovarci su Linkedin Facebook!

Articoli correlati