PMI: Incentivi per investimenti sostenibili – dal 18 maggio le domande

mezzogiornoA partire dal 18 maggio le micro, piccole e medie imprese italiane potranno richiedere gli incentivi per gli investimenti legati alle tecnologie 4.0, economia circolare e risparmio energetico. Lo scopo è quello di favorire la trasformazione digitale delle attività manifatturiere.

Il MISE dispone circa 678 milioni di euro in finanziamenti garantiti dal programma d’investimento europeo React-Eu per sostenere la ripresa post-pandemia.

Sosteniamo l’ammodernamento tecnologico delle imprese italiane attraverso investimenti in progetti innovativi destinati a migliorare la sostenibilità energetica dei processi produttivi”, dichiara il ministro Giancarlo Giorgetti. “Di fronte al tema degli approvvigionamenti di materie prime, conseguenza della pandemia e del conflitto in Ucraina, è diventato prioritario accelerare l’utilizzo di nuove capacità tecnologie  - prosegue il ministro - in grado di aumentare il livello di efficientamento e risparmio energetico per ridurre il costo delle bollette, continuando così a garantire la competitività e la crescita economica del Paese”.

Per quanto riguarda le imprese del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna) sono stanziati 428 milioni di euro. Di queste risorse, una quota pari al 25% è destinata ai progetti proposti dalle micro e piccole imprese.

Le imprese richiedenti non devono aver effettuato, nei due anni precedenti la richiesta, una delocalizzazione e dovranno impegnarsi a non farlo anche nei due anni successivi al completamento dell’investimento.

Per conoscere i progetti finanziabili, le spese ammissibili e tutti i dettagli, contattateci qui

Articoli correlati