CREDITO D’IMPOSTA RICERCA & SVILUPPO (2016-2019)

COSA È

Il credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo (Legge 190 del 2014) prevede il recupero delle spese sostenute per la realizzazione di un nuovo prodotto, un nuovo processo, un nuovo servizio o sviluppo di prodotti/processi/servizi “sostanzialmente migliorati”.

ATTIVITA’ DA SVOLGERE

Sono ammissibili tutte quelle attività finalizzate alla realizzazione di un progetto rientrante nelle definizioni di ricerca di base, ricerca applicata e sviluppo sperimentale.

Nel caso delle industrie manifatturiere si potrà individuare uno o più progetti rientranti nelle definizioni di ricerca applicata e sviluppo sperimentale sia che essi abbiano avuto un seguito (produzione) sia che essi non abbiano raggiunto il risultato voluto.

MISURA DEL CREDITO D’IMPOSTA

  • Esercizio 2016: il credito è riconosciuto nella misura del 25% o del 50% in relazione alla tipologia di costi eleggibili
  • Esercizi 2017 – 2018: il credito è riconosciuto nella misura del 50% dell’investimento incrementale per tutte le spese oggetto del progetto di ricerca
  • Esercizio 2019: il credito è riconosciuto nella misura del 25% o del 50% in relazione alla tipologia di costi eleggibili. A differenza degli altri anni, nel 2019 è possibile rendicontare anche l’acquisto delle materie prime afferenti al progetto di ricerca e sviluppo.

SPESE CHE DANNO DIRITTO AL CREDITO

Le spese devono essere sostenute negli esercizi 2016/2017/2018/2019 e si considerano ammissibili al credito d’imposta:

  • costi del personale dipendente o collaboratore
  • strumenti ed attrezzature di laboratorio
  • costi relativi a contratti di ricerca stipulati con Università, enti di ricerca ed organismi equiparati
  • costi con altre imprese e con professionisti
  • costi di competenze tecniche e privative industriali
Contattaci per informazioni
Campi obbligatori.
Campi obbligatori.
Campi obbligatori.
Puoi chiamarci al:
+39 080 6192265
puoi scriverci su:
E – mail area amministrativa:
info@asset21.it

E – mail area tecnica:
transizione4.0@asset21.it

Pec:
asset21@pec.it