CREDITO D’IMPOSTA RICERCA & SVILUPPO, INNOVAZIONE E DESIGN (2020-2022)

COSA È

Il credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo, innovazione e design (Legge 160 del 2019) è uno degli incentivi rientranti nel Piano Transizione 4.0. Esso sostituisce, a partire dall’esercizio 2020 il credito d’imposta ricerca e sviluppo (Legge 190 del 2014) ed è attivo, ad oggi, sino al 2022.

ATTIVITA’ DA SVOLGERE

Rientrano nel credito d’imposta Ricerca & Sviluppo tutte le attività di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale in campo scientifico o tecnologico.

Rientrano nel credito d’imposta Innovazione Tecnologica tutte le attività finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi nuovi o prodotti/processi sostanzialmente migliorati.

Rientrano nel credito d’imposta Innovazione Tecnologica finalizzato al raggiungimento di obiettivi di innovazione digitale 4.0 tutte le attività svolte nell’ambito di progetti relativi alla trasformazione dei processi aziendali attraverso l’interconnessione dei fattori rilevanti per la creazione di valore.

Rientrano nel credito d’imposta Innovazione Tecnologica finalizzato al raggiungimento di obiettivi di transizione ecologica tutte le attività svolte nell’ambito di progetti relativi alla trasformazione dei processi aziendali secondo i principi dell’economia circolare.

Rientrano nel credito d’imposta Design ed ideazione estetica tutte le attività finalizzate alla realizzazione e concezione dei nuovi prodotti e campionari. I settori rientranti nel caso in esame sono quelli operanti nei settori tessile e della moda, calzaturiero, dell’occhialeria, orafo, del mobile dell’arredo e della ceramica.

MISURA DEL CREDITO D’IMPOSTA

Misura del credito esercizio 2020

Misura del credito esercizio 2021

Ricerca & Sviluppo

12%

20%

Innovazione Tecnologica

6%

10%

Innovazione Digitale

10%

15%

Transizione Ecologica

10%

15%

Design e ideazione estetica

6%

10%

N.B. il D.L. 34/2020 dispone un potenziamento del credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo effettuate dalle imprese operanti nelle seguenti regioni:

Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Il potenziamento, per il solo anno 2020, vale anche per le regioni colpite dagli eventi sismici del 24 agosto 2016, 26-30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017:

Lazio, Marche, Umbria.

La misura del credito è pari a:

  • 25% per le grandi imprese
  • 35% per le medie imprese
  • 45% per le piccole imprese

SPESE CHE DANNO DIRITTO AL CREDITO

Le spese devono essere sostenute negli esercizi 2020/2021/2022. Si considerano ammissibili al credito d’imposta le seguenti voci di costo.

Ricerca e sviluppo:

  • Spese personale
  • Quote di ammortamento, canoni di locazione finanziaria o di locazione semplice, altre spese relative a beni materiali mobili e software usati nei progetti specifici
  • Contratti extra muros con università, istituti di ricerca e start up innovative aventi sede in Italia
  • Contratti extra muros con soggetti infragruppo
  • Quote di ammortamento di privative industriali
  • Servizi di consulenza ed equivalenti inerenti alle attività R&S
  • Materiali, forniture e altri prodotti analoghi impiegati nei progetti R&S

Innovazione tecnologica:

  • Spese personale
  • Quote di ammortamento, canoni di locazione finanziaria o di locazione semplice, altre spese relative a beni materiali mobili e software usati nei progetti specifici
  • Contratti con soggetti infragruppo
  • Servizi di consulenza ed equivalenti inerenti alle attività R&S
  • Materiali, forniture e altri prodotti analoghi impiegati nei progetti R&S

Design e ideazione estetica:

  • Spese personale
  • Quote di ammortamento, canoni di locazione finanziaria o di locazione semplice, altre spese relative a beni materiali mobili e software usati nei progetti specifici
  • Contratti con soggetti infragruppo
  • Servizi di consulenza ed equivalenti inerenti alle attività R&S
  • Materiali, forniture e altri prodotti analoghi impiegati nei progetti R&S
Contattaci per informazioni
Campi obbligatori.
Campi obbligatori.
Campi obbligatori.
Puoi chiamarci al:
+39 080 6192265
puoi scriverci su:
E – mail area amministrativa:
info@asset21.it

E – mail area tecnica:
transizione4.0@asset21.it

Pec:
asset21@pec.it