Transizione 4.0: di che si tratta?

on

Transizione 4.0: di che si tratta?

La Transizione 4.0, che sostituisce i precedenti Impresa 4.0 e Industry 4.0, è il primo mattone fondante del Recovery Fund italiano, un progetto fatto di incentivi creati per agevolare le imprese che vogliono ammodernare o digitalizzare i propri processi interni.

La dotazione della misura è di 18 miliardi di euro, e riconosce un credito d’imposta per chi decide di investire in:

  • Beni strumentali pari al 40% del costo per investimenti fino a 2,5 milioni di euro;
  • Beni strumentali pari al 20% di costo per investimenti oltre i 2,5 milioni (limite massimo di 10 milioni di euro)
  • Beni materiali pari al 6% dell’investimento fino a 2 milioni di euro;
  • Beni immateriali pari al 15% dell’investimento fino a 700 mila euro;
  • Ricerca e sviluppo pari al 12% dell’investimento fino a 3 milioni di euro;
  • Innovazione ambientale e tecnologica pari al 10% dell’investimento fino a 1 milione di euro;
  • Design fino al 6% dell’investimento fino a 1 milione e mezzo di euro;
  • Formazione 4.0 - estensione del credito d’imposta alle spese sostenute per la formazione dei dipendenti e degli imprenditori.

Il Piano di Transizione 4.0 quindi rinnova le precedenti agevolazioni, come il super e l’iper ammortamento, ed è in vigore dal 1° gennaio 2020 al 30 giugno 2022.

Se vuoi avere maggiori informazioni per scoprire le formule agevolative più convenienti per la tua impresa compila il form qui di seguito!

Articoli correlati